Cerca qui...

------------------------------------------------

Alfred Hitchcock, il genio della suspence



hitchletter

 

Regista e produttore inglese, attivo a partire dai primi anni venti del ‘900, Alfred Hitchcock si distinse per i suoi thriller ad altissima tensione e per la sua capacità innovativa nel campo cinematografico. Sperimentatore d’eccellenza, aprì la strada ad un genere di film in cui la macchina da presa diventava occhio indagatore pronto a scandagliare tutti gli aspetti più reconditi della psiche umana.

Scopriamo quindi, attraverso l’analisi di una sua lettera manoscritta, quali furono i segni distintivi di un personaggio così straordinario ed inconsueto.

La sua grafia ci appare piccola, prevalentemente legata, fluida ed accurata allo stesso tempo. Ci parla di un individuo introverso, concentrato, ‘mentale’ e dedito all’approfondimento. A proprio agio nelle relazioni interpersonali che coltiva con naturalezza, si presenta come un ottimo interlocutore che sa ascoltare, confrontarsi ed elaborare una visione obiettiva delle situazioni.

Il testo è arioso, con buon equilibrio tra ‘bianchi’ e neri’, elegante ed essenziale a testimoniare una capacità di ritagliarsi un proprio spazio senza essere ingombrante. Risoluto e perentorio, esprime tenacia nel perseguire i propri obiettivi.

Il pensiero fortemente strutturato e l’inclinazione alla metodicità e all’ordine rappresentano la molla che innesca il processo creativo del regista e che si esprime in un’impronta inconfondibile, ma sempre variata. Come dimenticare, infatti, l’attenzione maniacale che dedicava a tutti i particolari dei suoi film e le sue sistematiche apparizioni che rappresentavano una sorta di narcisistica sigla apposta sopra ciascun capolavoro.

Originalità nei legamenti fra le lettere e quindi capacità di elaborare le idee al di fuori di schemi precostituiti; angolosità nelle m e nelle n, tagli delle t arretrati e p con riccio dell’indipendenza suggeriscono acume e desiderio di autonomia, ma anche un’aggressività trattenuta e una necessità di imporsi per evitare imposizioni.

La firma è coerente col resto del testo ed è sottolineata, quasi in un gesto autoaffermativo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *