• 0432 237462
  • segreteria@scuoladigrafologa.com

L’altra faccia del surrealismo: Man Ray

L’altra faccia del surrealismo: Man Ray

man ray dada

Pittore, fabbricante di oggetti, autore di film d’avanguardia, Man Ray è più noto come fotografo surrealista.

Fu lui infatti a scoprire le rayografie (immagini ottenute da materiali fotosensibili impressi senza l’ausilio di obiettivo o  fotocamere, mettendo a contatto l’oggetto col liquido di emulsione) e ad utilizzare per primo la tecnica della ‘solarizzazione’ introducendo interessanti novità nel panorama delle arti visive.

Il suo bisogno di andare oltre il già noto e gli schemi precostituiti, lo resero sperimentatore poliedrico.

Come egli stesso affermava “io fotografo ciò che non voglio dipingere e dipingo ciò che non voglio fotografare”,  sottolineando la sua esigenza di piegare all’ispirazione artistica tutti i mezzi espressivi a lui congeniali. Il suo percorso si distinse essenzialmente per versatilità e ricerca innovativa molto spinta.

In questo senso, la sua grafia ne rappresenta un ritratto fedele e puntuale.

Grande, pendente, chiara, fortemente legata e quasi scolpita. Queste caratteristiche ci suggeriscono una solida autostima, idee chiare e capacità di comunicarle all’esterno, logica serrata ed impulsività che impedisce di arrestare lo slancio creativo. Ci troviamo di fronte ad un individuo che non è solo capace di osservare la realtà, ma anche di farla propria e rivestirla di abiti differenti.

Il testo è ‘materico’, inciso ed incisivo nei contenuti, tipico di chi ama distinguersi coi fatti e non a parole.

La spinta verso destra, inoltre, definisce un desiderio connaturato a procedere senza timori verso il futuro e verso tutto ciò che vi è ancora di inesplorato.

Accuratezza della forma, quindi attenzione alla propria immagine, ma anche meticolosità nella concretizzazione delle idee; angolosità e ritmo cadenzato indicano, invece, una vivacità intellettiva che, mentre fluisce ininterrottamente in direzione di un obiettivo ben individuato,  mal tollera di essere contraddetta.

Leave a reply

Captcha loading...

*