• 0432 237462
  • segreteria@scuoladigrafologa.com

Mick Jagger: quando l’apparenza inganna

Mick Jagger: quando l’apparenza inganna

Mick.J.

 

Leader dello straordinario ed immortale gruppo dei Rolling Stones, Mick Jagger ha fatto impazzire intere generazioni con la sua immagine sensuale ed accattivante tant’è che, ancora oggi, a dispetto dell’età, riesce a sfoderare una capacità attrattiva fuori dal comune.

Ma che cosa ci racconta realmente, di lui, la sua grafia?

Ci aspetteremmo di imbatterci in un tracciato maschile, spigoloso, e comunque in linea con l’idea forte che il musicista ha da sempre voluto comunicare di sé. E invece ci troviamo di fronte ad un testo (una breve lettera scritta ad un collega-amico negli anni ’60) estremamente ‘femminile’ nel quale la curvilineità delle forme è preponderante.

La grafia è morbida, accogliente, sviluppata nella zona mediana a testimonianza di un pragmatismo che domina qualsiasi ideale. C’è la determinazione e la voglia di fare, ma anche un certo narcisismo, un’attenzione alla facciata testimoniati da dimensioni medio-grandi degli ovali, accuratezza complessiva e disposizione del testo al centro del foglio (oltreché puntino della ‘i’ nel nome a goccia).

La sua ‘zona guida’, perciò, non è rappresentata dalle pulsioni, ma dalla concretezza dell’agire e dall’abilità nel vivere il presente.

Significativi, inoltre, i legamenti originali fra lettere (creatività e duttilità mentale) e le aperture ‘a capo’ presenti in alcuni occhielli che suggeriscono empatia, delicatezza d’animo, ma anche vulnerabilità.

Insomma… esercitiamoci a guardare oltre le apparenze!

Leave a reply

Captcha loading...

*