• 0432 237462
  • segreteria@scuoladigrafologa.com

Sono aperte le iscrizioni al nuovo anno formativo della Scuola di Grafologia!

Sono aperte le iscrizioni al nuovo anno formativo della Scuola di Grafologia!

Avete tempo fino a lunedì 16 ottobre per assicurarvi la possibilità di intraprendere il persorso di formazione presso la Scuola di Grafologia Excol. Vuoi conoscere meglio la nostra offerta formativa? Qui di seguito troverai tutte le informazioni relative ai nostri corsi.

OBIETTIVI GENERALI:
Nel corso degli ultimi decenni la scrittura manuale ha finito per perdere il ruolo centrale rivestito in passato nei processi di apprendimento, tanto che attualmente vi è la tendenza a considerarla un’abilità di secondo piano. Eppure essa rappresenta un comportamento complesso, che per essere appreso richiede al soggetto di saper integrare tra loro abilità diverse: padroneggiare il mezzo scrivente, rispettare determinate regole spaziali, controllare il movimento, vergare forme precise, saperle collegare tra loro. Questo presuppone che vi sia un lungo allenamento e che il bambino, che si appresta ad imparare a scrivere, abbia acquisito tutta una serie di prerequisiti di base per affrontare la scrittura.
Ciò nonostante nella scuola italiana attuale la scrittura riveste un aspetto quasi marginale, alla quale non si dedica più di tanto tempo. Così troppo spesso i bambini, già nelle prime fasi di apprendimento, vengono lasciati soli di fronte a lettere o intere parole da copiare, senza ricevere le giuste informazioni circa la loro direzione, il punto di partenza, la collocazione spaziale o altro ancora, considerando la scrittura quasi un disegno da copiare invece che il risultato di un movimento che va via via educato, raffinato e guidato. Con il tempo tale movimento anziché evolvere in un gesto sempre più fluido e funzionale, come afferma lo psicopedagogista francese Robert Olivaux, sviluppa una motricità sempre più sofferta e inadeguata, aprendo la strada anche a possibili disgrafie.
Tenuto in considerazione quanto sopra, il presente corso si prefigge l’obiettivo di formare una figura esperta in processi di scrittura, che abbia una visione globale e completa dei meccanismi che sono alla base del gesto grafico e che concorrono alla sua evoluzione sia in termini funzionali che disfunzionali.
La comprensione e la conoscenza profonda delle linee evolutive dell’espressione grafica costituisce certamente una competenza fondamentale per una pluralità di professioni: insegnanti di asilo nido, della scuola dell’infanzia, della scuola primaria, educatori, pedagogisti, grafologi, psicologi, logopedisti, psicomotricisti e terapisti occupazionali.
Si tratta, quindi, di conoscenze spendibili in molti settori educativi e professionali, che possono aiutare i suddetti operatori ad operare con maggiore consapevolezza nell’esercizio della propria professione. Soprattutto per quanto concerne la figura dell’insegnante, la conoscenza dei meccanismi che presiedono all’attività grafica, li mette in grado di operare in senso preventivo, evitando l’insorgenza di molti disturbi della sfera grafica, che possono essere appunto bypassati adottando una didattica adeguata.

OBIETTIVI SPECIFICI:
A seconda dei moduli, il corso si propone di promuovere le seguenti competenze:
• favorire un cambiamento di prospettiva dell’attività grafica (scarabocchio, disegno) e della scrittura, considerandole nel loro significato più ampio di espressione della personalità individuale;
• saper progettare percorsi di sviluppo dell’attività grafica e della grafomotricità in ambito prescolare (scuola dell’infanzia);
• saper progettare percorsi propedeutici all’apprendimento della scrittura in ambito prescolare (scuola dell’infanzia);
• saper progettare percorsi di educazione alla scrittura in contesti scolastici (scuola primaria);
• essere in grado di individuare difficoltà dell’attività grafi ca in ambito prescolare e aspetti disfunzionali della scrittura (comprese disgrafie) in ambito scolare;
• saper progettare e attuare percorsi educativi finalizzati al recupero di difficoltà grafo-motorie sia in contesti scolastici che extrascolastici.

SBOCCHI PROFESSIONALI:
L’educatore alla scrittura è un esperto in processi grafici che potrà operare in numerosi ambiti educativi, come asili, scuole dell’infanzia e primarie, ma anche come professionista privato in grado di realizzare laboratori che mirano a sviluppare ed implementare le abilità espressive e creative dei bambini.

DESTINATARI:
Insegnanti di scuola di ogni ordine e grado, educatori, pedagogisti, grafologi, psicologi, logopedisti, terapisti occupazionali, neuropsicomotricisti.

STRUTTURA DEL CORSO:
Il corso è diviso in tre distinti moduli, mentre i primi due moduli sono aperti a tutti, all’ultimo modulo possono accedere solo professionisti quali: logopedisti, pedagogisti, grafologi, psicologi, terapisti occupazionali e neuropsicomotricisti. Il corso prevede numerose esercitazioni pratiche. E’ possibile iscriversi anche a singoli moduli. Al termine di ogni modulo è previsto un esame finale. Verrà rilasciato un attestato a coloro che superano la prova finale.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
La quota viene fissata in euro 250,00 per il 1° e 2° modulo e euro 350,00 per il 3° modulo. Gli insegnanti potranno usufruire della carta docente. Viene, inoltre, fissata una tassa d’esame di euro 50,00 a modulo da versare prima della prova finale.

FREQUENZA:
La frequenza è obbligatoria per i due terzi del corso.

Per avere maggiori informazioni riguardo i signoli moduli, è possibile scaricare le relative schede riportate qui di seguito:

1° modulo

2° modulo

3° modulo

Leave a reply